Una prospettiva macrobiotica sul coronavirus

“I virus sono piccoli parassiti che vanno dove possono trovare nutrimento. Sono come ospiti indesiderati che stanno a casa vostra, mangiano il cibo nel vostro frigorifero e vi fanno sentire molto a disagio. Una volta finito il cibo, se ne vanno alla ricerca di un frigorifero più fornito.

Da un punto di vista macrobiotico, dobbiamo rafforzare la nostra salute ed eliminare gli eccessi immagazzinati nel corpo. A tal fine ci sono molti strumenti a nostra disposizione, innanzi tutto la dieta e lo stile di vita, ma anche rimedi speciali che possiamo preparare e trattamenti esterni come bagni e impacchi – quello che io chiamo il Metodo Macro.

In questo articolo vorrei presentare quelli che considero gli alimenti peggiori e migliori per questo problema.

Gli alimenti peggiori sono lo zucchero e i latticini.

Lo zucchero è una sostanza chimica entrata nella dieta umana relativamente poco tempo fa. All’inizio del secolo scorso gli italiani ne consumavano qualcosa come 7 chili all’anno a persona, ora il consumo si aggira intorno ai 30 chili in varie forme. Oltre allo zucchero possiamo aggiungere il miele, lo sciroppo d’agave e molti altri dolci non salutari. Più il cibo è dolce, più è pericoloso per il sistema immunitario. Nella macrobiotica gli alimenti migliori per creare dolcezza nella dieta sono il malto di riso o d’orzo e la frutta di stagione.

Poi ci sono i latticini. Yogurt, latte, gelato e varie forme di formaggi a pasta molle indeboliscono il sistema linfatico e creano un ambiente stagnante nell’organismo. Ci sono molti tipi di latticini tradizionali in Italia e in passato la presenza di burro e formaggio ha contribuito ad aggiungere grassi e rendere la dieta più ricca. In passato la dieta era povera o almeno non eccessiva e qualche buon grasso caseario forniva preziose calorie. Oggi la dieta è eccessiva e la gente mangia enormi quantità di ogni tipo di grasso (carne, formaggio, uova, panna, yogurt, burro, strutto, ecc.), mentre lo stile di vita è più sedentario e la gente di fatto avrebbe bisogno di molti meno grassi.

Lo zucchero e i grassi nella dieta rendono molto felici i virus che tendono a rimanere in giro più a lungo a godersi l’abbondanza. Il sistema immunitario li combatte e noi ci sentiamo malissimo.

I cibi migliori sono quelli che danno grande forza vitale, ma senza grassi. I cereali integrali e i legumi sono gli alimenti che danno forza, mentre le verdure rendono il corpo più flessibile e mantengono la condizione interna più alcalina.

Questa è l’essenza della visione macro per i virus.”

Articolo scritto da Martin Halsey, direttore della scuola “La Sana Gola”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *