Coronavirus: le fake news più diffuse su internet

La pandemia di Covid-19 è stata accompagnata dalla diffusione di fake news che possono diventare pericolose e, dunque, sono da evitare.

Per non imbattersi in notizie false, si raccomanda di consultare e cercare informazioni e consigli solo su fonti istituzionali autorevoli e certificate.

Ecco le fake news più popolari che circolano sul web e sui social:

  1. “Il virus è stato creato appositamente in un laboratorio da cui incautamente è sfuggito.” Falso. Non esiste alcuna prova di questa affermazione ma solo teorie dettate da un sentimento di paura e sospetto nei riguardi dei progressi della scienza. Invece, si ritiene più probabile l’ipotesi secondo la quale il virus abbia avuto origine dal commercio di animali selvatici.
  2. “Bevande calde, vitamina C e aglio proteggono dal virus.”  Falso. Non ci sono evidenze scientifiche per cui tali alimenti prevengano il contagio. È vero che un’alimentazione bilanciata e sana contribuisce a mantenere l’organismo e il sistema immunitario in buone condizioni, ma non bisogna affidarsi a presunti toccasana per prevenire il contagio, bensì attenersi alle norme di contenimento.
  3. “Gli antibiotici prevengono l’infezione dal coronavirus.” Falso. Gli antibiotici non hanno effetto sui virus in generale e, quindi, nemmeno sul coronavirus.
  4. “Il coronavirus può essere trasmesso attraverso le punture delle zanzare.” Falso. Il coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente attraverso le goccioline generate quando una persona infetta starnutisce o tossisce, o attraverso goccioline di saliva o secrezioni dal naso. Dunque, non è trasmesso attraverso le zanzare o loro punture.
  5. “Esiste una correlazione tra epidemia da Covid-19 e rete 5G.”Falso. Non ci sono evidenze scientifiche che indicano il contagio da covid-19 dovuto all’esposizione di tecnologie wireless.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *