Il dolce che fa bene: le ricette

“Noi esseri umani siamo sempre alla ricerca del sapore dolce, non a caso il primo alimento con cui entriamo in contatto è il latte della mamma, che ha un sapore moderatamente dolce. Abbiamo visto come il dolce intenso dei dolcificanti sia problematico per il nostro organismo, creando squilibri a livello di glicemia, instabilità a livello mentale ed emotivo e soprattutto situazioni di debolezza. Oggi vorrei proporvi un paio di ricette a base delle cosiddette verdure dolci, ovvero tutte quelle verdure che più vengono cotte a lungo, più sprigionano tutta la loro naturale dolcezza, con grande beneficio per stomaco, milza e pancreas.

Sformato di miglio e zucca con granella di pistacchi

Ingredienti:

1 T miglio

3 T acqua

2 T zucca tagliata a dadini

1 porro

1 pizzico sale marino integrale fino

olio evo q.b.

1 c curry

rucola o prezzemolo

pistacchi sminuzzati (o altra frutta secca, ad esempio nocciole e mandorle)

Preparazione:

In una pentola dai bordi alti fate saltare il porro a rondelle con un po’ d’olio e sale, quindi aggiungete la zucca, il miglio lavato bene sotto l’acqua fredda, l’acqua e ancora un po’ di sale. Portate a bollore e fate cuocere coperto, con la fiamma al minimo, per 20/25 minuti. A questo punto frullate con il minipimer, aggiungete il curry e il prezzemolo e trasferite il tutto in una pirofila da forno. Spolverizzate con la granella di pistacchi e infornate a 180° per una decina di minuti.

Vellutata di verdure dolci, noci e crostini alla cannella

Ingredienti:

1 cipolla a mezza luna

¼ zucca a cubetti

2 carote a rondelle

½ cavolo cappuccio a striscioline

1 patata a cubetti

½ T lenticchie rosse decorticate

3 C olio evo

acqua q.b.

sale marino integrale q.b.

1 C mirin (facoltativo)

pane a fette (possibilmente con pasta madre)

cannella in polvere

gherigli di noci

Preparazione:

In una pentola dai bordi alti fate saltare la cipolla tagliata a mezza luna con l’olio e un pizzico di sale, quindi aggiungete in sequenza le altre verdure ogni volta con un pizzico di sale, le lenticchie lavate bene e fate insaporire il tutto. Infine, coprite con acqua a filo, portate a bollore, abbassate la fiamma al minimo e fate cuocere con il coperchio. Dopo una ventina di minuti, frullate il tutto, regolate il sale e condite con il mirin e i gherigli di noci tostati in forno a 150°C per 10 minuti. Se la zuppa fosse troppo densa, aggiungete un po’ di acqua calda. Mentre la zuppa cuoce, prendete il pane, tagliatelo a cubetti, conditelo con olio evo, sale e cannella e fatelo abbrustolire in forno a 175°C circa, finché sarà bello croccante. Usatelo per guarnire la vellutata prima di servire. In alternativa ai crostini, potete arricchire la vostra vellutata con un cereale che avete già cotto in frigorifero, riso integrale, riso thai rosso, orzo, farro, sorgo o quello che più vi piace!

Legenda

T = tazza (equivale a 210 ml circa di liquido e 145 g. circa di farina/cereale)

C = cucchiaio da tavola

C = cucchiaino da tè ”

Ricette di Laura Castoldi, insegnante della scuola “La Sana Gola”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *